Esiste l'istruttore ideale?

Lungi da me il pensare di voler dare indicazioni in merito alla “bravura” di un istruttore sotto l’aspetto della competenza tecnica e metodologica: di  questo si occuperà con approfondimenti specifici la sezione del portale a cura dell’Associazione Nazionale Laureati in Scienze Motorie (www.anlism.it)

che sviluppa, nella sezione Ateneo, un opera di raccolta dati e documenti relativi alla formazione finalizzata all’Attività Motoria .

Questo non mi assolve dal compito di indicare, secondo un personale punto di vista, quali debbano essere le caratteristiche comportamentali e comunicative che dove possedere l’istruttore ideale che affronta un gruppo di Attività Motoria, oltre che il possesso delle competenze tecniche e metodologiche: sarebbe auspicabile che gli istruttori fossero tutti Diplomati ISEF o Laureati in Scienze Motorie.

L'Istruttore dovrà impersonare un pò “Peter Pan” ma, soprattutto, “Mary Poppins”:

 

È davvero difficile immaginare un buon istruttore od un educatore, che non sia affetto perlomeno da un pizzico di “sindrome di Peter Pan”, se non altro, per meglio immedesimarsi nella “mentalità” dei bambini; la differenza qualitativa, però, la genera il saper essere quanto più simile a “Mary Poppins” (che, secondo il suo speciale centimetro, è “praticamente perfetta”).

Nel celeberrimo film di Disney, è lampante la metafora che ci conduce ad individuare le caratteristiche che ogni bambino ricerca nel proprio educatore, nel proprio insegnante, nel proprio genitore.

Sono proprio gli stessi mini protagonisti del film che tracciano un preciso profilo sulle caratteristiche che vorrebbero esprimesse il loro interlocutore adulto:

 

Lettera di Jamy e Michael Banks:

la loro richiesta per una Tata ideale.

Che sia buona, sia paziente, sempre allegra e divertente.

Non dovrà gridare, ma solo giocare,

dovrà badare a noi bambini, sapendo che sono vivaci ma carini.

Molti regali dovrà fare e poi, dovrà cantar con loro.

Le poesie non ci farà studiar,

solo compiti leggeri, niente purghe né clisteri.

Se te la senti di obbedire a queste nostre richieste,

noi bimbi non te ne faremo mai pentire.

Ti promettiamo che nel letto ranocchie mai Ti metteremo,

né sale nel The, né pepe nel caffè.

Se l’offerta Ti va: bene! Vieni! Ma fa in fretta!

[Tratto dal film di Walt Disney: “Mary Poppins”]